Essere genitori di cinque figli non è facile. Seguirli tutti, accontentarli, venire incontro alle loro esigenze, fermarli prima che accada l’irreparabile, asciugare le loro lacrime, imporsi quando necessario, e litigare, per saggiare il loro carattere. Si arriva a discutere anche tra marito e moglie, su quanta libertà si possa concedere. Qualche volta ci domandiamo se ne valga davvero la pena, se il tempo che non possiamo dedicare a noi stessi, sia ben riposto. Poi, senti quella risata, guardi quegli occhi, te li abbracci e percepisci quel battito, quel profumo, quella pelle e ti rendi conto che in fondo, non desideri altro che la loro felicità.

Giocate con i vostri figli e non dimenticate che la famiglia è la base di tutto.

Ringrazio il bimbo di due anni che si è prestato spontaneamente sotto ricatto: alla fine, il ciuccio non gliel’ho dato. Al massimo per conciliare il sonno…