Il 5 Settembre 2018 compi 72 anni.
Sono trascorsi 27 anni da quel 25 novembre 1991, quando apprendevo della tua esistenza al TG. Eri morto il giorno prima. Un mese addietro era uscita “The show must go on” e pur avendo già ascoltato altro rock, grazie a mio fratello, quella canzone conteneva qualcosa di unico, qualcosa che da quel giorno cambiò la mia adolescenza, il mio modo di concepire la musica, il rapporto con la mia interiorità e che nel tempo è diventata un inno alla vita, al non arrendersi mai. Scoprire a 16 anni quella voce, in quel modo, fu come aver perso tempo ed iniziai a cercarlo ovunque. E invece era lui che mi trovava, ovunque mi trovassi. Chissà quante volte vi sarà capitato di pensarlo e di sentire i Queen alla radio, casualmente, o di essere giù di morale e sentire la canzone giusta, al momento giusto. Tutto questo mi ha ispirato e ho aperto una finestra attraverso cui sono riuscito a vedere una storia. Inizia proprio il 5 settembre. Avrei voluto renderti omaggio con il mio romanzo oggi, ma forse non è ancora il momento giusto.
Buon compleanno Farrohk e grazie di tutto.


Segui il post su Facebook